Pulire una moquette

aspirapolvere

Oggi ho indicato le preferenze per l’appartamento in America!! Il sogno si fa più concreto. Fra gli appartamentini che ho scelto purtroppo alcuni hanno la moquette, solo uno ha il linoleum.

Non riesco a togliermi dalla mente il pensiero che moquette = orrido mostro peloso ricettacolo di acari e zozzerie assortite.

l'acaro della polvere

Per prepararmi psicologicamente alle giornate passate a spazzolare energicamente macchie antiche cercando di farle sparire, ho fatto una ricerchina su google. Questo è quello che ho trovato online circa la pulizia e manutenzione delle moquette:

La moquette esige una manutenzione costante e attenta perché è soggetta a diversi danneggiamenti e degenerazioni, anche nelle versioni di migliore qualità. I nemici peggiori della moquette sono due: l’umidità e la polvere.

L’umidità provoca lo sviluppo di muffe che si annidano nel manto della moquette, con la produzione di cattivo odore.
Arieggiate sempre il locale, tutti i giorni e fate entrare il sole nella stanza.

Eventualmente usate gli speciali prodotti essiccanti igroscopici per ridurre il tasso di umidità dell’ambiente.

Contrariamente a quanto si crede la moquette non produce la polvere ma, addirittura, alcuni tipi la trattengono impedendo che si disperda nell’aria. Ciononostante occorre pulirla con frequenza.
Per quanto riguarda la manutenzione si può lavare la moquette con l’elettrodomestico apposito, ed eventualmente smacchiarla con una soluzione di acqua ed ammoniaca. La moquette è però un materiale di copertura particolarmente delicato che esige una manutenzione costante e attenta. È indispensabile avere a disposizione uno speciale elettrodomestico denominato “battitappeto” che deve essere passato praticamente ogni giorno sulla moquette. Il battitappeto colpisce con un rullo apposito la moquette e ne solleva la polvere in essa trattenuta, mentre una feritoia aspiratrice la elimina.

La moquette deve essere anche periodicamente lavata con un altro elettrodomestico specifico, il “lavamoquette”. Si tratta di una specie di “lucidatrice” con un serbatoio in cui viene immessa dell’acqua e un particolare sapone che, tramite un condotto, fuoriesce e bagna le spazzole rotanti che lavano la moquette. Dopo il lavaggio la moquette si lascia asciugare, quindi si passa il battitappeto.

Bisogna far attenzione alle macchie che possono essere tolte con solventi vari, purché questi non rovinino la moquette, specialmente se questa è di tipo sintetico.

Fonte: http://www.waybricolage.net/

Inoltre ho scoperto che per eliminare gli odori si può gettare del bicarbonato sulla moquette e lasciarlo agire dai 15 minuti alle 24 ore (a seconda della persistenza degli odori e della delicatezza della moquette). Poi si può aspirare via il bicarbonato con l’aspirapolvere.

Published in: on aprile 23, 2008 at 8:58 pm  Lascia un commento  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://piccoledonneinamerica.wordpress.com/2008/04/23/pulire-una-moquette/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: